header ida

Non si può dire che il suo aspetto fisico passi inosservato: biondissima, slanciata ed eterea. Ma al This Is Not oltre alla bellezza conta il talento e Ida Daugaard racchiude in sé entrambi gli aspetti.

La Dj danese sarà la super-ospite sabato sera (23 aprile, a partire dalle 23.30) al prossimo evento del This Is Not Party, in programma come sempre all'Andy Live Music di Castiglione Olona (via Tevere 18). A dividere la consolle con la guest ci saranno due Dj della scuderia This Is Not ovvero Marco Dassi e Andrea Cavani.

Ida negli ultimi 7 anni ha suonato davvero in tutto il mondo, per esempio all'Africa Burn Festival di Cape Town, al Moulin Rouge di Parigi, al Proposition di New York e al Lightbox di Londra.

Un paio d'anni fa ha deciso di lasciare Copenhagen, dove già era conosciuta per i suo Dj-set nei principali club della città, per trasferirsi a Berlino, considerata ormai una delle mecche mondiali della musica elettronica. La capitale tedesca l'ha vista esibirsi in alcuni celebri locali come Ritter Butzke, Ipse, Katerblau e Golden Gate.

La sua passione per questo genere l'ha convinta a mixare i suoi due percorsi professionali, che a tutt'oggi porta avanti parallelamente: da un lato la carriera di modella, dall'altro appunto quella di Dj, che unisce sia le performance dal vivo che la produzione.

  • Ciao Ida e benvenuta al This Is Not. Non è la tua prima volta in Italia (sei già stata a Milano per esempio)..cosa ti piace della nostra nazione?

Ho suonato due volte ad alcuni parties milanesi l'anno scorso, è stato grande. Mi sono piaciute la gente e le vibrazioni. Credo che gli Italiani siano molto dolci e affascinanti. :)

  • E ci sono degli artisti italiani di musica elettronica nel tuo iPod?

Sì, Mi sono sempre piaciute le produzioni di Manuel De Lorenzi, lo seguo da sempre. Un anno fa, quando suonavo tech-house, suonavo molto la musica di Chris T & Matu. Siamo anche buoni amici e si uniranno al This Is Not :) Inoltre mi piace Max Italy.  

  • Che tipo di selezioni hai preparato per la notte al This Is Not?

Troverò musica e nuovi dischi. Lo faccio sempre. Non arrivo mai con un set preparato. Leggo le vibrazioni, cerco di sentire il posto, la gente e suono ciò che ritengo possa calzare al meglio. Preparo anche il terreno ascoltando i Dj che suonano prima e dopo di me all'evento, mi piace seguire il flow dell'artista che mi introduce.   

  • Puoi raccontarci qualcosa della tua carriera di modella?

Lavoro sia come modella che come Dj. Sono due professioni differenti anche se sotto alcuni aspetti sono anche simili. Sono lavori dove non puoi dire “ho avuto una giornata no”, devi sempre dare il meglio anche quando magari non hai il massimo dell'energia. C'è molta pressione sulle spalle con entrambi i lavori, se non dai il meglio coinvolgi anche molte persone intorno a te. Entrambe sono professioni dove posso essere creativa e lavorare con molta gente diversa, è una cosa che amo. Inoltre sono attività che mi portano in giro per il mondo. Sono il capo di me stessa, così posso organizzare le mie vacanze e il mio tempo libero come e quando voglio.

  • Quando e perché ti sei innamorata della musica elettronica?

Ho partecipato al mio primo rave all'OPP (Other Peoples Property), un rave underground nel nord della Danimarca. Appena ho attraversato la porta mi sono innamorata della musica elettronica e di tutto ciò che le ruotava intorno. Da qual giorno ho sviluppato un profondo amore per l'oscuro e scatenato dancefloor :)

  • Sei appassionata di rock e musica anni '90: quali sono gli artisti che hanno influenzato la tua musica?

Ero molto ispirata dal rock vecchio stile come Joy Division, The Smiths, The Cure, Patti Smith; Kraftwerk e il synth pop anni 80’s come i Depeche Mode; inoltre nomi anni Novanta come  Underworld. Oggi sono ispirata dagli artisti rumeni come Barac, Rhadoo, Ion Ludwig, Radu Mirica e molti altri :)  

  • Sei molto attiva sul fronte web e social network, pensi che sia importante per un Dj?

Credo sia importante avere una pagina Soundcloud aggiornata e anche ricordarsi di sistemare la tua rete e le tue selezioni musicali quando suoni, così la gente può trovarti facilmente.  

  • Come definiresti il tuo stile musicale?

I miei set hanno due suoni distinti: da un lato ho un sound profondo, psichedelico, minimal e ricco di groove; dall'altro un sound tech decisamente ottimista.

  • Hai suonato in ogni continente (Africa, Europa ecc), qual è il Dj-set che ti è rimasto nel cuore?

Ne ho avuti così tanti, tutti belli, è difficile scegliere. Penso che che i set africani all'alba e al tramonto siano alcuni tra i momenti migliori in assoluto.

  • Su cosa ti stai focalizzando ora? Sogni, progetti..

Sto producendo, ho così tante idee e tracce nella mia testa. Sto cercando di trasformarle in una realtà.


Vesna Zujovic

BACK