header TG

Mancano due settimane all'arrivo del nuovo ospite internazionale: sabato 19 novembre al This Is Not Party il protagonista sarà Tim Green, che animerà la consolle dell'Andy Live Music di Castiglione Olona (via Tevere 18), ormai punto di riferimento per gli appassionati di techno e affini provenienti da tutto il Nord Italia.

 

Da una settimana all'altra farà un bel salto attraversando l'oceano: il sabato precedente Tim suona a Santo Domingo, quello dopo sarà da noi. Il suo tour sta andando bene e lo sta portando ovunque: iniziato da Liverpool e Londra, Green tra pochi giorni partirà per l'America (Atlanta, Miami); dopo Castiglione Olona il Dj girerà l'Europa, toccando Varsavia, Berlino, Stamford, Copenhagen e infine il Pacha di Barcellona.
Il lavoro di Tim Green si caratterizza soprattutto attraverso la sperimentazione, toccando diversi generi: in primis techno e house, ma anche minimal e deep.
Il suo cammino professionale si fa più intenso a partire dal 2008, con pezzi come “Revox” e “Mr. Dry”: i dischi sono stati supportati da grandi nomi come Pete Tong, Sven Vath, Richie Hawtin, Marco Carola, Sasha e Luciano



Per quanto riguarda la sua attività live, Tim Green è apprezzato per la sua capacità di coinvolgere il pubblico a ogni latitudine e ha suonato nei club più conosciuti del mondo: il Womb di Tokyo, il Fabric di Londra, il Watergate di Berlino; e ancora, lo Space e l'Amesia a Ibiza, il Panorama Bar di Berlino, Circus di Liverpool e altri locali ancora, dalla Florida al Brasile, senza dimenticare i maggiori festival dedicati alla techno.
Per quanto riguarda le sue scelte musicali c'è da dire che Green sia piuttosto onnivoro e ama anche generi completamente diversi: tra i suoi artisti preferiti ci sono Jeff Buckley, Daft Punk, Peter Gabriel, Björk, Pat Metheny Group.

 

Invece, parlando dei suoi nuovi progetti musicali, tra le sue prossime novità discografiche ci sono in programma due album che saranno pubblicati nel corso del 2017.

Vesna Zujovic

BACK