Seleziona una pagina

This is not Festival dal 20 al 22 Maggio con due stage outdoor e indoor spaziando tra l’house e la techno nelle sue miriadi di sfumature.

 

Questo weekend, per le serate di venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 maggio, si terrà la prima edizione del This is not. Festival, un evento di musica elettronica della durata di tre giorni che nasce anche per festeggiare un traguardo speciale: i 10 anni di attività del progetto This is not.

In questi 10 anni This is not. ha realizzato centinaia di serate ospitando artisti di fama internazionale e diventando un punto di riferimento assoluto per tutti gli appassionati di musica elettronica.

Nei tre giorni di festival si spazierà dalla musica house alla techno, passando attraverso le infinite sfumature che caratterizzano il variegato universo della musica elettronica.

Le esibizioni si terranno in una prima parte all’aperto nel nuovo Garden estivo e in una seconda parte all’interno del Club.

Gli artisti che si esibiranno al festival sono i dj resident di This is not.

Marco Dassi, we.amps, Katnada, SCARLETT, Andrea Crestani, Syntethic Mind, Fabrizio Alborghetti, Samuele De Santis, Torq, Bozz e gli special guest Cici e Jeremy Underground.

 

 

Anima artistica dallo spirito ribelle, la giovane e talentuosa dj e produttrice irlandese Cici sarà la special guest che si esibirà venerdì al This is not. Festival.

Cresciuta a Dublino, musicalmente ha assorbito la musica di artisti che vanno da Bjork agli Smashing Pumpkins fino ai Nine Inch Nails.

Cici inizia a produrre nel 2015, per approfondire la sua passione per la musica elettronica ed esprimere ancora meglio se stessa e nel 2021 realizza l’album Extraneous che pubblica sulla nota etichetta Warehouse Music di Mella Dee.

Nello stesso anno si unisce alla crew di Boiler Room per il loro festival di Londra e da lì in poi inizia a suonare in tutto il Regno Unito a fianco di artisti come Nina Kraviz, Mall Grab, Carl Cox e per i party di The Cause, The Warehouse Project e Printworks.

Oggi Cici trascorre il suo tempo tra Ibiza e Londra dove partecipa regolarmente a programmi radiofonici realizzando mix impeccabili per note radio come Sonica, Rinse FM e Noods a Bristol.

A Ibiza suona regolarmente al noto Pikes Club per Cosmic Pineapple insieme a Josh Wink, Ida Engberg e Pete Tong.

A Londra ha suonato al famigerato Fabric, oltre che esibirsi in giro per il mondo come a Berlino, in India, a Toronto e in Islanda, a fianco di artisti come Italo Johnson, Mr G, e Luciano.

 

 

 

 

Dopo Cici, sabato sarà il turno del secondo special guest che si esibirà al This is not. Festival, e si tratta del parigino Jeremy Underground.

Da sempre grande appassionato e collezionista di vinili, oltre che amante della più ricercata musica deep house degli anni ’90, Jeremy Underground è pronto a deliziarci con la sua musica ricercata dalle melodie houseggianti.

Nel 2002 ascolta per la prima volta dal vivo l’intramontabile Kerry Chandler, il quale diviene da quel momento la sua più grande fonte di ispirazione musicale.

Nel 2010 fonda la propria label My Love Is Underground, un’etichetta solo in vinile dedicata esclusivamente all’house autentica di New York e New Jersey e la cui missione è quella di mostrare a tutti il vero spirito della house music nel suo periodo d’oro.

Negli anni Jeremy si fa conoscere ed apprezzare sempre di più grazie alle sue ricercate e mai scontate selezioni musicali e per il suo stile sempre puro ed espressivo.

Dopo 5 anni di attività dalla sua fondazione, l’etichetta inizia ad organizzare una serie di party denominati MLIU.

I party diventano rapidamente il punto di riferimento di ogni città che li ospita, con gli amanti della musica house che viaggiano da un paese all’altro solo per parteciparvi.

Nel 2014 pubblica la compilation My Love Is Underground che contiene una selezione di rare jam house fuori stampa degli anni passati e viene giudicata la migliore compilation dell’anno da Resident Advisor e nel 2016 pubblica il secondo volume, una compilation di brani house rari, dimenticati e inediti e pubblicata da Favorite Recording.

Nell’arco della sua carriera Jeremy si è esibito con i più grandi artisti del panorama elettronico internazionale tra cui Floating Points, Jon Hopkins e in particolare Motor City Drum Ensemble, artista con il quale spesso si esibisce regalando set potenti e ricchi di energia.

 

Marco Passi

This is not Festival #01

Venerdì 20 Maggio

Garden 20.00 – 21.00 – Bozz

Garden 21.00 – 22.00 – Torq

Garden 22.00 – 23.00 – Andrea Crestani

Club 23.00 – 02.00 – we.amps

Club 02.00 – 04.00 – CICI

⚫ Sabato 21 Maggio

Garden 19.00 – 21.00 – Fabrizio Alborghetti

Garden 21.00 – 23.00 – Syntethic Mind

Club 23.00 – 01.00 – Samuele De Santis

Club 01.00 – 03.00 – Marco Dassi

Club 03.00 – 05.00 – Jeremy Underground

⚫ Domenica 22 Maggio

Garden 18.00 – 21.00 – SCARLETT

Garden 21.00 – 24.00 – Katnada

This is not Festival